Il linfodrenaggio per la ritenzione idrica

2 min
linfodrenaggio

Ti hanno parlato del linfodrenaggio e non sai che cosa è? Devi sapere che il linfodrenaggio è una pratica di massaggio utilizzata per drenare le parti del corpo dove la circolazione linfatica è ridotta e dove si registrano ristagni di liquidi. Se soffri di gonfiore alle gambe o se le senti stanche e pesanti, potresti prenderlo in considerazione.

Massaggi linfrodrenanti

Il massaggio linfrodrenante viene praticato da oltre 200 anni, piu o meno nel XIX secolo. Fu il Professor Voggel, che con l’obiettivo di disintossicare l’organismo dalle tossine e di contrastare gli edemi linfatici, è riuscito nell’impresa.

Dopo molti anni però un certo Leduc, a differenza del metodo di Vodder, scoprì che con il suo metodo prevede l’esecuzione di un minor numero di movimenti rientranti in protocolli terapeutici che variano in funzione del tipo di disturbo che si necessita trattare.

I movimenti previsti dal metodo di Leduc per l’esecuzione del linfodrenaggio manuale sono due:

  • La manovra di richiamo;
  • La manovra di riassorbimento.

Per godere di buona salute, è molto importante avere un corretto funzionamento del sistema linfatico, il quale è fondamentale per rinforzare il sistema immunitario e per la disintossicazione del corpo. Infatti, il liquido linfatico scorre per tutto il corpo ripulendolo dalle sostanze tossiche con cui entra in contatto e da quelle, di scarto, prodotte dal corpo stesso.

La tecnica del drenaggio linfatico si esegue attraverso un massaggio leggero, con un movimento ritmico e con delicato, a cui viene fatta seguire una compressione che facilita il deflusso dei liquidi ristagnanti nei tessuti.

I massaggi linfodrenanti sono molto piacevoli e rilassanti e non provocano dolore né arrossamenti proprio grazie alla delicatezza con cui vengono eseguiti. Tuttavia, proprio perché agiscono sul sistema linfatico, devono essere eseguiti solo da personale competente. In alcuni casi, il linfodrenaggio potrebbe non essere indicato, come, per esempio, in presenza di vene varicose.

Controindicazioni

Come tutte le terapie (poiché il linfodrenaggio è un metodo terapico), ci sono controindicazioni: il linfodrenaggio è severamente sconsigliato nei soggetti affetti da infiammazioni acute, tumori maligni, edema cardiaco. Anche chi soffre di alterazioni pressorie (ipo/ipertensione) non dovrebbe sottoporsi a trattamenti linfodrenanti, così come le persone asmatiche e le donne durante il ciclo mestruale.
È consigliabile praticare sport e seguire un’alimentazione sana e regolare, priva di eccessi e ricca di liquidi (acqua), allo scopo di stimolare il metabolismo, riattivare la circolazione e ridurre gli accumuli di grasso, favorendo lo scambio idrico. Attraverso la messa in pratica di questi semplici accorgimenti, il linfodrenaggio è sicuramente favorito e può dare buoni frutti in tempi ristretti.

Alcuni Vantaggi

Il linfodrenaggio è una pratica di massaggi che ha molti effetti vantaggi:

  • Migliora e rafforza il sistema immunitario;
  • Rilassa il corpo e, in particolare, le fibre muscolari;
  • Favorisce l’eliminazione dei liquidi e degli edemi;
  • Combatte la cellulite, come la mesoterapia;
  • Allevia la sensazione di pesantezza alle gambe;
  • Favorisce la diminuzione della ritenzione dei liquidi nel periodo premestruale;
  • In generale, migliora le condizioni fisiche e allevia piccoli disturbi come il mal di testa.

Lascia la tua opinione

Potrebbero interessarti anche

All articles loaded
No more articles to load
Chiudi il menu